Chatbot di Messenger: immense potenzialità per il tuo marketing

CategorieTecnologia

Cosa hanno in comune aziende come Fissan, Meteo.it, La Repubblica e Fox Sports Italia? Apparentemente molto poco, ma in realtà non è così. Tutte e quattro infatti, sebbene si occupino di ambiti profondamente diversi, si sono affidati alla stessa strategia di marketing per le proprie pagine Facebook: un chatbot di Messenger.

Non importa che le funzioni per cui viene utilizzato spazino dall’assistenza al cliente alle informazioni, che uno si occupi di prodotti per bambini e un altro di previsioni del tempo. Ciò è possibile perché un chatbot ha moltissime possibilità di utilizzo, ma l’obiettivo rimane sempre lo stesso: raggiungere quante più persone possibile e aumentare le possibilità di successo.

Andiamo dunque a scoprire dunque cos’è un chatbot, qual è la sua storia e quali sono i suoi vantaggi, in particolare se installato su Messenger, e perché questi software impiegati anche da aziende italiane hanno raggiunto in breve tempo la popolarità nel mondo del digital marketing.

 

Vi presentiamo il chatbot

Le principali funzioni di un chatbot sono già contenute nel nome che porta. Questo, infatti, è un software (o robot) progettato per avere una conversazione che si avvicini quanto più possibile a quella che si condurrebbe con un umano.

La sua storia è meno recente di quanto si pensi. Sebbene già Turing ragionasse di intelligenza artificiale e capacità di riprodurre le dinamiche del cervello umano, il primo chatbot familiare al grande pubblico arriva con Clippy, la graffetta di Microsoft Word utile a risolvere i piccoli problemi in fase di scrittura di un documento. L’evoluzione di questo strumento si deve poi a grandi aziende che hanno portato i bot per la conversazione al livello successivo: basti pensare a Siri o a Cortana per rimanere sui nomi più conosciuti.

Con l’odierna tecnologia è possibile rendere un chatbot veramente somigliante ad un essere umano nella conduzione di una conversazione. Oltre a programmare il ventaglio di risposte alle domande più probabili, infatti, è ormai possibile far simulare al proprio robot tempi di pensiero e scrittura, come se dall’altra parte ci fosse davvero una persona.

L’avvento dei social media ha ovviamente rappresentato una nuova frontiera di espansione per i chatbot, soprattutto all’interno delle app di messaggistica (Messenger, Slack e Telegram su tutte). Ma perché è uno strumento così utile e conveniente per il social media marketing? Non ci resta che andare a scoprirlo.

Fare marketing con i chatbot

Il primo motivo fondamentale per cui fare social media marketing con dei bot è super conveniente è rappresentato dal numero di utenti iscritti, anche al solo Facebook: 1,3 miliardi, con una media di 2 miliardi di messaggi scambiati ogni mese. Riuscite ad immaginare i potenziali clienti raggiungibili dal vostro robot?

Un vantaggio incomparabile dell’installazione di un chatbot per Messenger è rappresentato dalla sua autonomia. Stiamo parlando di un assistente virtuale in grado di rispondere agli utenti 7 giorni a settimana, 24 ore su 24, profilando ciascun cliente nel frattempo. Questo non solo aumenta i numeri in maniera esponenziale, ma permette di pensare e inviare offerte più mirate di quanto non sia possibile fare con la classica newsletter.

Sta infatti nell’interazione la vera rivoluzione dei chatbot: è statisticamente provato che le persone siano molto più propense ad aprire le conversazioni su Messenger che non i la posta in arrivo sulla propria email e che conversare con qualcuno, per quanto artificiale, aumenti le possibilità di fidelizzazione.

Un chatbot può fare moltissime cose. Occuparsi di customer care, profilare clienti, raggiungerne di nuovi, proporre informazioni e offerte, provvedere a comunicare orari di apertura e altri dati utili. Che cosa aspetti a provarlo? Rivolgiti ad un esperto, installa un chatbot e rivoluziona il tuo social media marketing!

Circa l'autore