Navigare il web senza essere tracciati

CategorieTecnologia

Navigare su Internet è indubbiamente una le attività più svolte al giorno d’oggi, ed è possibile grazie ai numerosi passi avanti effettuati nel campo della tecnologia.

Sfortunatamente però, se da una parte è possibile navigare ovunque su Internet, d’altra parte ci si pone a rischio: infatti, Internet è abbastanza vasto e colmo di numerosi link, e talvolta può capitare di entrare in un sito sbagliato o catturare indesideratamente le attenzioni di qualcuno con pessime intenzioni, ma con delle ottime capacità e conoscenze tecnologiche.
Infatti, la navigazione su Internet risulta essere notevolmente semplice, ma sfortunatamente al giorno d’oggi vi è un noto problema legato alla privacy degli utenti: in una normale navigazione infatti, l’utente risulta essere perennemente a rischio in quanto soggetto ad attacchi da parte di hacker in qualsiasi momento, e anche perché il suo indirizzo IP così come le sue informazioni possono essere violate.

Oltretutto, i siti in cui si entra possono reperire la richiesta d’entrata dell’utente stesso, oltre che il suo indirizzo IP e altre ulteriori informazioni personali.

Pertanto, è necessario proteggersi da qualsiasi attacco minato al furto di informazioni private e personali, ed è possibile farlo grazie alle VPN.

Che cosa sono le VPN.

Le VPN consentono di effettuare una connessione virtuale, che può essere favorita da numerosi server e, soprattutto, da numerosi posizioni geografiche.

Nello specifico, le migliori VPN vengono utilizzate al fine di effettuare delle navigazioni anonime e sicure al 100%.
La navigazione anonima infatti, garantisce all’utente di navigare tramite una connessione privata (ossia il VPN), il quale non è legato a qualsiasi rete fisica (quale, ad esempio, la rete di casa).

Inoltre, queste VPN permettono di effettuare una navigazione sicura in quanto non solo non si collegano ad alcuna rete fisica, ma soprattutto creano una connessione privata nella quale ha esclusivamente accesso l’utente: pertanto, non è solo funzionale al fine di navigare e proteggere la propria privacy, ma è funzionale anche al fine di proteggersi da eventuali attacchi di hacker.

All’interno del commercio vi sono infatti varie tipologie di VPN. Seppur abbiano tutte la medesima funzionalità, ovviamente sono costituite da differenti caratteristiche: ciò che rende migliori delle VPN sono queste ultime.

Nello specifico, è possibile stabilire quali siano le migliori VPN grazie al numero di server e posizioni geografiche che hanno a disposizione, e ad ulteriori caratteristiche che sono principalmente legate alle necessità dell’utente.

Molte di queste sono a pagamento, ma garantiscono delle funzionalità e caratteristiche specifiche che evitano di salvare qualsiasi dato della connessione effettuata (e quindi la cronologia dei siti, o di altri dati), e soprattutto impediscono ai vari portali web dove si fa l’accesso tramite un solo click di reperire informazioni personali, quali, ad esempio, l’indirizzo IP: infatti, tali siti non potranno ottenere nè l’indirizzo IP, nè informazioni personali dell’utente.

Oltretutto, vi sono molte VPN capaci di reggere ad attacchi di hacker: sfortunatamente, le meno sofisticate tendono a collassare se l’hacker in questione effettua degli attacchi che il VPN non è in grado di gestire; difficilmente tale fallimento può essere legato alle VPN più professionali.

Inoltre, al fine di proteggere i dati personali dell’utente e rendere al 100% la navigazione sicura, alcuni VPN dal momento in cui avviene un attacco sono in grado di far collassare la connessione, impedendo quindi che qualsiasi informazione possa essere presa prima che l’utente stesso debba agire.

Il metodo d’utilizzo per tali VPN, in seguito all’installazione, è abbastanza semplice.
Infatti, il processo di navigazione su Internet non subisce alcuna modifica, bensì l’unico fattore che subisce una modifica è per l’appunto la navigazione e la custodia dei dati personali.

Ovviamente, tali VPN non possono garantire la protezione da atti illeciti online, e pertanto l’utente in questione sarà punito secondo le apposite norme legali.

Circa l'autore